CronacaNews

Agrigento. 28enne perseguita  la titolare di un locale: disposto il giudizio immediato

Il gip del Tribunale di Agrigento, accogliendo la richiesta del pubblico ministero Elettra Consoli, ha disposto il giudizio immediato per il 28enne Salvatore Russotto, accusato di stalking e danneggiamento ai danni di una delle titolari di un pub della via Atenea. Il legale difensore ha, quindi, scelto il giudizio abbreviato e il procedimento è stato fissato davanti al gup Micaela Raimondo. L’imprenditrice si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Calogero Meli. Lo scorso anno il gip aveva disposto una perizia psichiatrica nei confronti dell’imputato. Il medico Leonardo Giordano, incaricato di eseguirla, ha riconosciuto un disturbo della personalità, ma ha escluso che infermità tali possano incidere sulla capacità di intendere e volere. La vicenda risale alla scorsa estate, quando la donna ha denunciato di essere vittima di nuovi atti persecutori da parte del giovane che, per fatti uguali, dopo tre anni di carcere, era tornato in libertà perché ritenuto “incapace di intendere e volere”. Dopo le nuove denunce il gip aveva disposto nei suoi confronti il divieto di avvicinamento con la sottoposizione del braccialetto elettronico. Poche ore dopo la notifica del provvedimento da parte della polizia sarebbe andato nel locale dell’imprenditrice distruggendo arredi, insegne, tabelle e lampadari. Nelle ore successive sarebbe andato a casa della donna lasciando sulla sua auto la copia dell’ordinanza cautelare. Il provvedimento poi è stato aggravato e ha portato al ritorno in carcere del ventottenne.

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche
Chiudi
Torna in alto