CulturaNews

Palermo, a Palazzo Branciforte la mostra antologica “Il Giardino delle Vergini” dell’artista internazionale Rosa Mundi.

Dal 3 febbraio al 10 marzo 2024 sarà presentata al pubblico la mostra antologica “Il Giardino delle Vergini” dell’artista internazionale Rosa Mundi, che porta a Palermo, negli ambienti museali di Palazzo Branciforte, ben 118 opere e 4 videoinstallazioni rappresentative di 33 anni di ricerche e sperimentazioni tra pittura, scultura, fotografia e video arte.

A cura di Andrea Guastella, promossa dalla Fondazione Sicilia e da Sicily art and Culture, con il sostegno tecnico della Fondazione Donà dalle Rose, Associazione Settimana delle Culture, Doge Venice Red Carpet, “Il Giardino delle Vergini” è un viaggio potente e immersivo nel mondo onirico di Rosa Mundi, artista pluripremiata a livello internazionale, che conduce lo spettatore attraverso un percorso espositivo dove l’uomo, la natura e il sogno sono protagonisti. La mostra si snoda come una passeggiata in un immaginario giardino purificatore inteso come una dimensione separata dalla realtà quotidiana.

Rosa Mundi utilizza prevalentemente nei suoi lavori – caratterizzati da lunghi studi sulla luce e i suoi riflessi – pigmenti naturali vegetali ed organici misti ad olio di oliva, uovo ed estratto di meduse, oltre a materiale riciclato, tra cui vetro, marmo, la plastica così nobilitata, restituendo nuova vita alla materia, giocando con la luce ed i sui rifessi. A Palermo, con il “Giardino delle Vergini” l’artista propone un territorio di confine tra due mondi, quello esteriore e quello interiore restituendo, in parallelo, un’esperienza personale ed introspettiva personalissima tra materiali ed immagini liquidi e solidi.

Il percorso espositivo inizia entrando a Palazzo Branciforte con un lungo corridoio segnato da tre suggestive sfere armillari per poi arrivare alla Sala della Cavallerizza tra opere pittoriche della fine del Novecento e opere più recenti, con sculture in marmo e pietra selezionate 

17E42F6F-045E-4C6E-97E0-E3E8B8A35D3C.png

per la Biennale di Helsinki nel 2016: la BIAS ideata e promossa da Rosa Mundi, con il coinvolgimento di artisti provenienti da tutto il mondo, Cairotronic la Biennale del Cairo nel 2018, la Biennale Arte di Venezia 2017 e 2022, sino alle più recenti opere prodotte in occasione dei suoi ultimi viaggi in Senegal ed a Cipro, dove ha vinto lo Special Award per la Biennale Arte di Larnaca 2023.

Particolarità dei lavori esposti è che ciascuno di essi è associato a composizioni sonore dei Maestri Mario Bajardi, Alberto Bof (Oscar per colonna sonora testi “Shallow” e arrangiamenti per Lady Gaga) e Carlo Condarelli, oltre al giovanissimo e talentuoso Jacopo Lo Bue, creando così un gioco di luci, ombre, musiche e immagini semitrasparenti che portano nel cuore della Sicilia, sotto il segno dell’arte contemporanea internazionale, un Paradiso terrestre dove perdersi e sognare.

BIOGRAFIA ROSA MUNDI

Rosa Mundi è uno pseudonimo d’artista. Si tratta di un personaggio “faceless” che non ha mai voluto mostrare il proprio volto. Rosa Mundi ha frequentato corsi di Pittura, Scultura, Coreografa e Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, la Accademie des Beaux Arts di Strasburgo e l’Ecole Martenot di Parigi. Indagatrice introspettiva di civiltà passate e presenti, l’artista traspone in arte vicende reali del quotidiano e dell’umano sentire, creando scenari ad hoc e performance mirate con cui da sempre da’ voce al suo personale Teatro del Mondo. È presente in importanti collezioni permanenti pubbliche e ha partecipato a numerose esposizioni internazionali tra le quali Parcours a Dakar in Senegal, Biennale di Cipro Larnaca 2023, Biennale Arte di Venezia 2022 Padiglione Stato di San Marino, Biennale Architettura di Venezia 2016, Biennale di Helsinki Pixelate 2016, Biennale Donna di Trieste 2017, PAW Palermo Art Week End 2021, Biennale del Sale 2017, Festival delle Filosofie 2021, CANIFFF Canadian International Fashion Film Festival 2021. www.rosamundivisualart.com

MARIO BAJARDI

Finalista dell ‘International Competition of Electronic Music Pierre Shaeffer. Unico vincitore italiano con “BJM Violin Studio 7” all’ICMC 2002 di Goteborg, con “BJM Piano Studio” si aggiudica invece il concorso Luigi Russolo 2004 e il CEMAT 2005. Nel 2006 è scelto per il disco “Electroacoustic Music from Sicily” prodotto dalla EMF di New York Le sue note fanno da sfondo a numerosi eventi nel corso degli anni, tra i quali il festival internazionale Musica d’Alta Quota, il Palermo Film Festival e il Festino di Santa Rosalia e per colonne sonore, documentari e produzioni multimediali fa nascere collaborazioni proficue con tanti registi fra cui Roberta Torre, Salvo Cuccia, Giuseppe Carleo, Giuseppe Gigliorosso, Sergio Cannella, Sigfrido Giammona, Ruben Monterosso e Federico Savonitto, Alessandro Ferrara, Moscò, RosaMundi, insieme a qualche esperienza oltreoceano tra New York (“An Internet World”, Carlo Fiorletta/ Mara Lesemann) e Los Angeles (“Sweetheart”, M.A. Pate, assistente di Quentin Tarantino). Nel 2016 scrive musiche inedite per “Vedozero” di Andrea Caccia. Nel 2021 scrive le musiche per il Film documenatario “Sgalambro” con Franco Battiato regia di Mario Bellone e Marcello Faletra. Le sue musiche sono state presentate alla Biennale di Venezia 2017 grazie alla collaborazione con WISH/BIAS e Rosamundi nel padiglione Iraniano. Nello stesso anno pubblica il suo ultimo lavoro CD “SCHENGEN” che sarà rappresentato con una performance live ed una mostra permanente all’interno del Museo Riso di Palermo. Nell’Aprile del 2018 apre la BIENNALE DI ARTE “BIAS”, in anteprima nazionale, con la sua composizione OFFICIUM tratto da Schengen per Orchestra, Elettronica, Coro e danza eseguite alla Cattedrale di Palermo e al Teatro Massimo di Palermo. Nel luglio 2018 il suo progetto INSIDEOUT e le sue musiche tratte da Schengen album vengono eseguito al Teatro Massimo di Palermo. TV Spot per Nissan trasmesso in RAI. Nel 2020 esce il suo nuovo album “INVERSE”. Nel 2021 scrive le musiche inedite e crea il sound design per il Museo Salce legato al progetto su “Renato Casaro ed i cartellonisti del Novecento” regia Cristian Taraborelli

ALBERTO BOF

Pianista e compositore, ha suonato e arrangiato la canzone più premiata della storia (Oscar, Golden Globe, Bafta ed altri) “Shallow” insieme a Lady Gaga e Bradley Cooper. Ha composto colonne sonore per film con Johnny Depp, Tom Sizemore, e quest’anno uscirà un suo nuovo film con i premi Oscar Jamie Foxx e Robert De Niro intitolato “Tin Soldier”. Nella sua lunga carriera a Los Angeles ha collaborato tra gli altri con Quincy Jones, Joe Perry e suonato a Las Vegas con Aerosmith sul palco dell’MGM Grand dove adesso si esibisce Adele.

CARLO CONDARELLI

Carlo Condarelli Compositore Performer Musico Terapeuta. Diplomato presso il Ministero delle Arti della Repubblica di Guinea in percussioni. Allievo del grande Maestro Malinke Fadouba Oulare. Ha composto per la regia di Armando Pogliese (La Gerusalemme Liberata per il Teatro stabile di Catania), per la regia di Joe Rush fondatore della Mutoid Waste Company (Total Reality). Ha pubblicato con IPERCUSSONICI tre album, presentati in Europa (Womad Peter Gabriel) con un tour di 15 concerti in Giappone. 2019 Prodotto in Giappone da Smash Production con il grande batterista Junjii Ikegata realizza una performance per ASAJIRI JAM FESTIVAL ai piedi del monte fuji. Eclettico performe e compositore in ambito elettronico interattivo, e per grandi ensemble collabora attivamente con diversi artisti e progetti sociali, Antonio Presti, Save de children.

PALAZZO BRANCIFORTE

Restituito alla città di Palermo nel maggio 2012, dopo il restauro sostenuto dalla Fondazione Sicilia sotto l’occhio vigile dell’Architetto Gae Aulenti con l’obiettivo di tutelare e promuovere il patrimonio culturale della città di Palermo, Palazzo Branciforte offre ai visitatori un vasto percorso espositivo che si snoda fra preziose sculture, rare maioliche, reperti archeologici, numismatica e filatelia, in un incontro altamente impattante fra moderno e contemporaneo. Oggi sede degli uffici direzionali della Fondazione, Palazzo Branciforte offre spazio e fruibilità ad alcune prestigiose Collezioni della Fondazione stessa. www.palazzobranciforte.it

IL GIARDINO DELLE VERGINI. Rosa Mundi

a cura di Andrea Guastella

in collaborazione con Associazione Settimana delle Culture, Doge Venice Red Carpet, Fondazione Dona’ dalle Rose, Fondazione Sicilia

Contributi critici: Guido Brivio, Giancamillo Custoza, Andrea Guastella, James Putnam, Massimiliano Reggiani, Angela Vettese, Massimo Scaringella

Musiche di: Mario Bajardi, Alberto Bof e Jacopo Lo Bue

Inaugurazione: Sabato, 3 febbraio ore 18.00

ORARI

Dal 1 Novembre al 29 Febbraio: Venerdì – Domenica 10.00 – 19.00

Dal 1 Marzo al 31 Agosto: Giovedì – Domenica 10.00 – 20.00 La biglietteria chiude un’ora prima

BIGLIETTI

L’ingresso all’intero Palazzo è consentito esclusivamente con visita guidata della durata di 45 minuti con partenza a cadenza oraria dalle 10.00 alle 18.00 (da novembre a febbraio) e dalle 10.00 alle 19.00 (da marzo a ottobre)

al costo di:

€ 9 (biglietto intero)

€ 7 (biglietto ridotto: gruppi di almeno 15 persone, maggiori di 65 anni, categorie convenzionate )

€ 4 (senza visita guidata) solo piano terra: Collezione di archeologia presso la sala della Cavallerizza, affreschi su pannello secenteschi e reperti archeologici da Palazzo Mancini

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto