CronacaNews

Licata. Incendio del capannone in contrada Bugiades: Riunione del Centro Coordinamento Soccorsi

Nella mattinata odierna, alle ore 11:00, presso il Palazzo Territoriale del Governo, il Vice Prefetto Elisa VACCARO, su delega del Prefetto di Agrigento Filippo ROMANO, ha presieduto un riunione del Centro Coordinamento Soccorsi per fare il punto della situazione sulle attività di spegnimento incendi, tuttora in atto nel Comune di Licata, interessato lo scorso 20 gennaio da un incendio di vaste dimensioni all’impianto di stoccaggio rifiuti sito in contrada Bugiades e posto sotto sotto sequestro nel 2022 dall’Autorità giudiziaria.

Nel corso della riunione, a cui hanno partecipato i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Licata, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Agrigento, della Questura, del Comando provinciale dei Carabinieri e del Nucleo Anticrimine Natura, della Polizia Stradale, della Protezione civile regionale e provinciale, dell’ARPA, dell’Ispettorato Ripartimentale Foreste si è preso atto dell’intervento svolto nell’immediatezza dai Vigili del Fuoco che ha impiegato ben 38 unità attingendo anche dai limitrofi Comandi provinciali di Gela ed Enna ed ha avuto la collaborazione, oltreché dell’Amministrazione che ha reperito appositi mezzi meccanici per le operazioni di movimento terra, anche delle componenti dell’Ispettorato Foreste e della Protezione civile.

Sono state analizzate anche le problematiche connesse alla salvaguardia della salute pubblica anche attraverso l’ausilio del rappresentante dell’Arpa che fornirà i risultati dei campionamenti eseguiti anche al fine di valutare l’eventuale prosecuzione delle ordinanze comunali già disposte di chiusura degli Istituti Scolastici dell’intero comune, attesa la centralità dell’ubicazione dell’impianto di stoccaggio.  

Nel tavolo si è preso atto delle esigenze prioritarie di rifornimento idrico essenziale al proseguimento delle operazioni di bonifica ambientale e della rimozione dei rifiuti che a seguito di combustione verranno classificati con un apposito regime giuridico e saranno conferiti solamente a seguito di nulla osta dell’Autorità Giudiziaria.

Per la mattinata di mercoledì è prevista un’ulteriore riunione del CCS per seguire l’evoluzione delle operazioni in corso.

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto